Google si posiziona contro Michael Moore

2 07 2007

Da venerdi è iniziato un soap opera abastanza strano che implica a questi due global-known per motivo dal nuovo documentale chiamato Sicko.

Tutto è cominciato con le declarazioni di Lauren Turner, che è manager dal servizio Google Health spezializato al sistema sanitario. Al suo blog parlava alla industria sanitaria, offrendogli servizi di publicità Google per migliorare la loro immagine dopo il controverso film Sicko, si può trovare un estratto a TechCrunch:

“We can place text ads, video ads, and rich media ads in paid search results or in relevant websites within our ever-expanding content network. Whatever the problem, Google can act as a platform for educating the public and promoting your message.”

Anche se poi ha detto che era opinione personale, ma la controversia è cominciata





Google maps e X-Files

9 06 2007

Ho trovato un po di immagine che sono degne di essere viste:

Ho detto X-Files, ma magari questa proviene dalla Stella della Morte (StarWars)!

È chiaro che con questo raggio ci stano produccendo mutazioni:

qui il link per vedere questo uomo senza testa

Link, ma come questo bambino può essere cosi contento, avendo un padre con la mettà della testa??

su questo Link, i raggazzi aliens, davvero paoroso!

Davvero c’è un mondo su Google maps, che sta mostrando il mondo reale, cosí come è!

Doppo queste immagini paorose, magari sarebbe bello un po di altre piu rilassanti:

Link

C’era anche una che mostrava il tanga d’una dona quando era per entrare alla sua macchina, ma come è diventato troppo popolare sul internet, quelli di Google la hanno tolto. Ma come Internet ha memoria, si possono trovare catture della imagine. Aspetto che al minimo lascino queste belleze che ho messo oggi! 😀





Organizzare la informazione?

15 05 2007

È evidente che se c’è un termine di cui si parla e molto, e dal WEB 2.0. Sta diventando un dibattito veramente complesso in qui ci sono scettici come questo articolo critico di Nate Anderson, oppure l’opposto che può essere Tim O’Reilly con il suo articolo What is Web 2.0.

Il mio interesse qua è più fare notare la evoluzione che ha avuto il modello di interazione web-utenti dal suo inizio, che a portato al successo a quelli che anno avuto la iniziativa:

Direi che il primo a sottolineare sarebbero David Filo e Jerry Yang, che come hobby studentesco hanno iniziato un deposito di link in grado di tener traccia dei loro interessi personali su internet. Questa lista ha diventato presto troppo caotica, e la idea è stata di suddividerla in categorie, e qui abbiamo l’inizio di Yahoo!

Quattro anni dopo,   Larry Page e Sergey Brin hanno sviluppato la teoria secondo cui un motore di ricerca basato sull’analisi matematica delle relazioni tra siti web. Il concetto si basa alla meritocrazia delle pagine, in cui le pagine citate con un maggior numero di link fossero le più importanti.

Il terzo scalino di qui penso che è importante parlarne, e in quello che ci trebbiamo oggi, grazie al cambio della tecnologia usata come si mostra al video The machine is Us/ing UsLa differenza, più che altro, sta nell’approccio con il quale gli utenti si rivolgono al Web, che passa fondamentalmente dalla semplice consultazione alla possibilità di contribuire popolando e alimentando il Web con propri contenuti e specialmente i suoi criteri. del.icio.us è un chiaro esempio di come c’è un nuovo step alla evoluzione: le pagine votate per un maggior numero di utenti diventano le più notevole.